ORFEO – Sviluppo di un Sistema Cyber-Physical

ORFEO è un progetto di ricerca che rientra nel programma operativo nazionale di ricerca (PON 2014-2020 – HORIZON 2020), nato per avviare partenariati tra aziende private e enti pubblici di ricerca al fine di favorire lo sviluppi di interventi orientati all’aumento della produttività aziendale, accompagnati da un minor utilizzo dei materiali e di energia in generale.

Lo scopo del progetto è l’elaborazione di tecniche evolute di supporto alle decisioni aziendali, che sviluppino suggerimenti operativi in tempo reale per avere un approccio dinamico alla schedulazione operativa del processo di produzione a seguito di varianti non previste in fase di progettazione iniziale. Ciò prevede la messa a punto di un modello matematico risolto con approccio euristico, che possa mettere in relazione secondo specifiche funzioni analitiche i parametri che governano i processo con le sue prestazioni.

L’approccio seguito intende sviluppare sistemi cosiddetti Cyber-Fisici (Cyber-Physical Systems – CPS), ossia dispositivi tecnologici che integrino, interfacciandoli e mettendoli in comunicazione tra loro, oggetti fisici con sistemi informatici di elaborazione dati e controllo di processo. I CPS sono uno dei concetti tecnologici alla base del paradigma Industria 4.0: Computer e reti integrati monitorano e controllano i processi fisici, con iterazioni continue in cui i processi fisici influenzano le analisi ed i calcoli effettuati dagli algoritmi e viceversa.

Per poter sviluppare tali algoritmi di scheduling, re-scheduling dinamici e ottimizzazione è stato costruito un modello non focalizzato su una specifica realtà aziendale, rivolgendosi però al settore specifico della produzione della pelle finita.

Poiché una delle cause principali di re-scheduling nel settore conciario è l’immissione in produzione di pelli difettose, nell’ambito del progetto la Mare Engineering sta sviluppando un prototipo di sistema di visione artificiale per la rilevazione ed il mapping automatico delle difettosità superficiali dei manti in ingresso alla linea di concia e manifattura.