Progetto DEFENDER

DEsign, development, manufacturing, testing and Flight qualification of nExt geNeration fuel storage system with aDvanced intEgRated gauging and self-sealing capabilities.

Il progetto di ricerca DEFENDER è finalizzato allo sviluppo, alla produzione, al collaudo e alla qualifica di sistemi di stoccaggio combustibile di nuova generazione che prevedono l’impiego di funzioni avanzate di autosigillatura e di materiali a schiuma solida ad alte prestazioni.

Tali sistemi saranno parte integrante del velivolo denominato NextGenCTR (Next Generation of Civil Tiltrotor) in fase di sviluppo ad opera della Leonardo Helicopters, nell’ambito del Programma di Ricerca Europeo Clean Sky 2 Fast Rotorcraft.

Il sottosistema di stoccaggio del combustibile (FSS- fuel storage subsystem) oggetto di studio, dovrà essere in grado di contenere carburante ed essere al contempo caratterizzato da una resistenza meccanica sufficiente per permettergli di tollerare i convenzionali carichi operativi nel rispetto delle “dell’airworthiness” (sicurezza in volo). Lo sviluppo progettuale del FSS sarà effettuato utilizzando tecnologie proprietarie del consorzio DEFENDER, con l’obbiettivo di separare la funzione di stoccaggio (serbatoio interno) da quella di protezione dalle azioni meccaniche (serbatoio esterno). Non si potrà prescindere dall’orientare la progettazione anche verso le prestazioni di riduzione del peso, riduzione dei costi operativi e di riduzione dell’impatto ambientale, elementi alla base di tutte le attività dell’ambizioso programma europeo di ricerca aeronautica avviato nel 2008, Clean Sky 2, per lo sviluppo e l’impiego di nuove tecnologie orientate alla riduzione dell’impatto acustico e ambientale in generale del trasporto aereo , traducendo i singoli progetti di ricerca e innovazione contemplati dal programma (e dal programma precedente, Clean Sky) in piattaforme e prodotti proponibili sul mercato.

Il risultato principale del progetto Defender consisterà nella qualifica al volo del sistema carburante così come proposto.

Il ruolo della SSM all’interno del progetto è quello di supportare tutto i partner del consorzio mettendo a disposizione le proprie competenze in materia di progettazione e validazione di nuovi prodotti e/o processi industriali. Partendo dalle primissime fasi iniziali di sviluppo e design preliminare di industrializzazione fino alla realizzazione del primo prototipo dell’ ala, l’azienda impiegherà  robuste metodologie e avanzati strumenti di progettazione (CAD) e ingegnerizzazione (CAE), rafforzando le proprie competenze sui temi trattati.